17 enero 2015

Percentuale dei cattolici in America Latina: non lontano dalla realtà



Johan Pacheco

L'articolo di l'agenzia di stampa AP ai dati del sondaggio condotto in America Latina sulla percentuale dei cattolici, e il presunto esodo di altre denominazioni. Fornisce importante valutare il lavoro della Chiesa in varie informazioni argomenti. Anche se l'indagine avrebbe potuto gestire una particolare intenzione di enfatizzare le basse percentuali, non lontano dalla realtà descritta.

Queste informazioni possono essere utile per affrontare le questioni del cattolicesimo nella regione, il paese, o in America Latina. Mentre quello può aiutare nell'analisi della realtà, di avere una conoscenza delle tendenze sociali in cui operiamo lavoro pastorale.

Nella ricerca sulle informazioni pubblicate da diversi media di recente, ho trovato la fonte principale del sondaggio condotto dal Pew Research Center presso il suo sito web pubblica il deposito della presente relazione, con i dati di scansione più elevate.

PEW Research Center rileva che nel 2014 il 69% dei latino-americani si identificano come cattolici, mentre il 19% appartengono a chiese protestanti e l'8% non hanno alcuna affiliazione religiosa (atei, agnostici o senza una particolare religione). Il restante 4% comprende i Testimoni di Geova, Mormoni, musulmani, indù, ebrei, spiritisti e seguaci di religioni afro-caraibica, indigene o afro-brasiliana Umbanda e Candomblé.

Tra le informazioni salienti dal Venezuela la relazione rileva che in questo paese l'83% della popolazione è stata sollevata come un cattolico, ma solo il 73% è considerato parte della Chiesa. E in uno dei suoi elementi mostrano che i protestanti sono più vicini ai poveri cattolici, dai 27 punti di differenza. Tuttavia, da considerare nella nazione venezuelana, con oltre 30 milioni di persone, ci sono stati solo 1.500 campioni prelevati, secondo il sondaggista.